[Cinque anni in cucina]

[Cinque anni in cucina. La bocca cucita. Molto male. Bevo con un cucchiaino. Non dal bicchiere. Col cucchiaino. Cinque anni. Primo incidente. Contro lo spiffero del calorigolo. Uff… Contro lo spigolo del calorifero. Corsa in ospedale pronto soccorso massima urgenza. Cinque anni sotto i ferri. Sotto punto. I punto. Ferri punto. 5 punti di sutura alla bocca. Luci al neon pinze fili verdi punture d’ago. Ti farà un po’ male. Molto male.]
Per la prima volta da quando è in ospedale, Maicol pensa a sé stesso, ricorda qualcosa del suo passato. È ripartito da molto lontano, Maicol, dalla sua prima corsa al pronto soccorso, la signora Pedrabissi se la ricorda bene, la prima di una lunga serie, al punto che una volta, i dottori l’avevano avvertita che se fosse successo di nuovo qualcosa al piccolo Maicol, avrebbero dovuto fare denuncia ai servizi sociali…leggi tutto

Brescia accoglie chi arriva

Brescia accoglie chi arriva da sud in autostrada con un cavalcavia fatto da tubi colorati, non bello, ma che potrebbe diventare la cifra stilistica della città, se la stessa si lasciasse completamente abbracciare dalle teorie sul colore di Tornquist, il suo più illustre architetto. Tutto ciò che conta è colorato dal celebre artista, in città. Sua è la ciminiera del termovalorizzatore, suoi i pannelli che rivestono il tunnel Tito Speri che taglia in due il centro, o quelli della fabbrica del vapore che si incontra in tangenziale. Persino le colonnine per il pagamento dei parcheggi hanno una colorazione violacea sconosciuta negli altri capoluoghi di provincia…
leggi tutto