Kiss Of Love – Kabeer

Kabeer di là del passaggio a livello si accorge che qualcosa sta succedendo sulla spiaggia, ma non ha modo di verificare finché finalmente non si sollevano le sbarre. Quando arriva sul lungo mare è tutto finito: dei manifestanti, delle camionette della polizia e soprattutto dei suoi due turisti occidentali non c’è più traccia. Continua a leggere

Annunci

Fort Cochin, 2.1.2015

Ti devono piacere le facce! Se ti interessano i volti, gli occhi, le espressioni, le acconciature, un posto con tanta gente, tante etnie e religioni non può non piacerti, dico a Franci. Tre musulmani vestiti con lunghe tuniche bianche ci hanno appena scattato una foto mentre ce ne stiamo seduti sulla spiaggia. Poi un indiano più intraprendente si è seduto fra me e Franci ed il suo amico ci ha immortalato con il cellulare. Ho il sospetto che zoomino per escludermi dalla foto, ma è un dubbio con il quale posso convivere. Continua a leggere

New Delhi, 01.01.2015

Gli aeroporti internazionali sono tutti uguali. Delhi non si distingue da Malpensa o da Francoforte. Stessi negozi, stessi prodotti, stesse poltrone. Solo che qui non ci sono gli annunci, perché questo è un aeroporto silenzioso. Lo sbandierano con orgoglio alcuni cartelli appesi alle pareti. Così però è il personale ai gate che deve chiedere a tutti quelli che passano se è loro intenzione volare su Calcutta o su Mumbai. Franci è ancora intontita dalle pastiglie prese per volare, di sicuro non se n’è accorta, glielo racconterò domani. Abbiamo un paio d’ore prima del volo per Kochi. Passerà il tempo dormendo su quella poltrona scomodissima. Facessi io una cosa simile, mi sveglierei con tutti i tendini accavallati. Lei se la caverà con un leggero mal di schiena. Continua a leggere