Oltre a tenere sempre accesa la musica

Oltre a tenere sempre accesa la musica dello stereo, la signora Pedrabissi ha cominciato ad appoggiare foto di Maicol su tutti i mobiletti, le mensole, gli angoli della camera d’ospedale. Le infermiere si sono già lamentate parecchie volte con la caposala perché questi soprammobili rendono estremamente difficoltoso il lavoro quotidiano, ma i dottori hanno difeso la scelta della signora, dicendo che in caso di risveglio, un ambiente più familiare, o almeno più accogliente, avrebbe diminuito il trauma.
Musicalmente, in queste settimane è passato un po’ di tutto: Hendrix, Queen, Vasco, U2 e poi gruppi meno noti, dai nomi strani, di cui la signora Pedrabissi non sapeva nemmeno l’esistenza: CCCP, Uoki Toki, Massimo Volume, Fabri Fibra, Emis Killa… leggi tutto

Annunci

Maicol! Hai una faccia

Maicol! Hai una faccia, dei capelli, un corpo…! Hai una faccia rotonda, un espressione che potrebbe sembrare sorridente ad uno sguardo distratto, gli occhi chiusi e le palpebre rilassate, la fronte liscia. Da quando ti hanno tolto la fasciatura, hai sempre avuto la stessa barba di un giorno o poco più che non si capisce quando te la fanno o se proprio non cresce più di così. Hai i capelli neri, lisci, troppo lunghi sui lati. Formano una specie di casco, di scodella sulla testa, assolutamente contraria a qualsiasi moda o tendenza. Hai una panza gonfia, già troppo prominente prima dell’incidente, per i tuoi ventidue anni, mancava un po’ di moto alla tua vita e adesso a ben vedere manca del tutto, così ora si è fatta oltremodo rilassata al limite dal risultare flaccida. Le gambe in compenso si sono smagrite, rinsecchite. Cannucce e tubicini entrano ed escono ovunque sia meccanicamente possibile…leggi tutto