“Se attaccano qualche malattia a mia figlia,”

“Se attaccano qualche malattia a mia figlia, giuro che li faccio fuori tutti, quei pezzenti!”, sbotta un genitore in giacca e cravatta, evidentemente arrivato lì direttamente dall’ufficio.
“Sarebbe la cosa giusta da fare comunque, a prescindere!” gli risponde un altro che non vedeva l’ora di uscire a fumarsi una sigaretta.
“Manteniamo la calma e cerchiamo di non passare dalla parte del torto!” dice Alberto ai due uomini e più in generale al gruppo di genitori che si stanno radunando fuori dal cinema Sociale, al termine dell’incontro. “Io li conosco bene, gli extracomunitari… venerdì e sabato sera li raccolgo con l’ambulanza, ubriachi marci!”
“Come dire che conosci la musica perché fai il buttafuori in discoteca…”, dice un papà quarantenne, già rassegnato ad avere torto. Si è fermato anche lui per capire il da farsi, ma è convinto che non sarà facile, il dialogo.
“Che c’entra?” lo incalza infatti subito Alberto, il guidatore di ambulanze.
“Niente, dicevo per dire…”
“Non interrompiamo a sproposito, allora…” prosegue Alberto, con l’indice da maestrina. “Noi dobbiamo arrivare con delle proposte precise e molto semplici: i bambini che non si fanno vaccinare devono essere espulsi dalla scuola.”
“Bravo!” dice Albino.
“Stai zitto!” gli dice Claudia, sottovoce. “Non hai nemmeno capito di cosa stanno parlando.”
“D’altronde cosa gli costa? Niente, paga lo stato! E se è un fatto di religione, ce ne sbattiamo le balle! Non ci sono ragioni razionali al loro rifiuto…” prosegue la moglie di Alberto, una donna alta quanto lui, ma più magra e forse un paio di anni più vecchia.
“Ma chi vi ha detto che non si faranno vaccinare? Ne avevate già parlato con qualche genitore?” riprova il papà quarantenne, incerto se esporsi e fino a che punto.
“Dia retta a me, non si presenteranno. Quando possono fare casino, sono i primi. E poi, io a lei non l’ho mai vista: li accompagna sua moglie, i bambini, a scuola?” continua ad incalzarlo Alberto, ma senza aggressività: non gli è affatto antipatico, quell’uomo.
“Mia madre…”, dice l’uomo, con un’ombra negli occhi che Alberto ovviamente non nota.
“Ah, ecco, allora chieda a sua madre. Vedrà cosa le racconta. Vedrà se non le dice qualcuna delle scene raccapriccianti che si vedono ogni mattina… o a mezzogiorno, quando li andiamo a prendere!”
“Ma in fin dei conti, a noi cosa importa? Una volta che i nostri sono vaccinati, sono al sicuro, no?” dice tutto d’un fiato il quarantenne, desideroso di mettere fine a quella discussione al punto da sparare una cazzata micidiale.
“Eccolo lì, vede che anche lei è uno dei nostri? Anche a lei non gliene frega un cazzo se i piccoli stranieri muoiono di tubercolosi… e allora tanto vale espellerli, come dice il signore, così il programma andrà un po’ più spedito. Alle volte ho l’impressione che la mia Alice parli l’italiano peggio di quando andava all’asilo…” torna a parlare l’uomo in giacca e cravatta con un sorriso da pescecane.
È avvilito, il quarantenne e pensa a cosa direbbe sua moglie, se fosse lì. Lei riuscirebbe a mantenere una posizione coerente, ne è sicuro o almeno sarebbe una persona in più dalla sua parte.
“Adesso non esageriamo…”, interviene Claudia, la moglie di Albino. “Se venissero vaccinati anche loro sarebbe meglio!”
“E allora ci pensi lei a convincerli! Non c’è nessuno qui che sia contrario alla profilassi per tutti. Ci va lei a parlarci, suona a tutte le case, spiega di cosa si tratta, quel giorno li va a prendere a casa, così è sicura. Guardi, secondo me quel signore è disposto ad aiutarla, vero? Ci andate voi ed il problema è risolto.” Conclude così la moglie di Alberto, prima di prenderselo sotto braccio e spingerlo via. Per lei si sono già sprecate troppe chiacchiere, per quella faccenda. E nessuno le ha saputo dirle chi è la bambina che ha contratto il virus. Inaudito.
scarica il pdf

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...