Il Gioco del SIlenzio

L’Era dei Pesci sentiva i propri giorni contati. Ancora un paio di rotazioni e la Terra sarebbe passata sotto l’influenza di un’altra costellazione. Eppure non aveva voglia di andarsene, le sembrava prematuro. C’erano ancora tante cose da fare sulla Terra: dittature da instaurare e popoli da opprimere, crimini andavano commessi e foreste abbattute. Il singolo e la sua sete di potere avevano ancora un ruolo importante nella società. L’Era dei Pesci non poteva sparire, non poteva sparire proprio adesso, sul più bello. Doveva trovare un modo per resistere, un trucco per concedere all’era successiva il minore tempo possibile, e poi liquidarla per ripresentarsi, magari sotto falso nome, riprendendo in mano le sorti del Mondo.
Radio Sera: “Veniamo ora alla cronaca interna. Le indagini sulla scomparsa della signora Iole Tassitani proseguono. Delle tre ipotesi prese in considerazione inizialmente, rapimento, fuga o omicidio, la prima sembra la più probabile. Intanto la polizia ha perquisito l’appartamento della signora, figlia del notaio di Castelfranco Veneto, alla ricerca di nuove prove. C’è però un principale indiziato, la polizia sta controllando ogni suo spostamento. La famiglia della vittima ha intanto chiesto il silenzio stampa.”
Una richiesta di silenzio stampa comunicata alla fine dell’articolo, quando ormai si era avvertito il rapitore dei pedinamenti. Così nell’Era dei Pesci si giocava con le informazioni, mistificando, confondendo, inventando balle, come il pastorello nella sua didattica disavventura col lupo. Ma la stessa storia aveva un antefatto altrettanto interessante, anche se di segno completamente opposto.

Duecentomila anni fa, in una zona ai margini orientali della Schwarzwald, un cucciolo di lupo appena svezzato, l’ultimo arrivato in un branco di bestie fiere e selvagge, assisteva curioso ed un po’ spaventato al primo ingresso dell’uomo nel bosco. Si trattava di un paio di esemplari, ma facilmente si poteva intuire che rappresentavano solo un’avanguardia.
Il lupetto diede immediatamente l’allarme, ma tutti lo schernirono, trovando l’uomo un animale inerme, nudo, pauroso, facile preda.
I Neanderthal cominciarono però subito a tagliare le piante ed a coltivare la terra, allevare animali e costruire utensili.
continua…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...