Trichy, 13.01.2015 – ulteriore continuazione

Trichy famigliolaFuori ci attende la folla che ci guarda incuriosita ed una cupola dorata gigantesca, meravigliosa. Sicuramente, siamo fra i pochi occidentali che hanno avuto l’occasione di vederla. Ci facciamo fare una foto con il paramento di fiori, a imperitura memoria, ma ancora pensiamo dove andare a trovare un posto all’ombra per mangiarci i nostri crackers e le nostre bananine, pranzo della giornata. Prima di uscire dal tempio, comunque, veniamo benedetti da un altro santone, poi siamo finalmente fuori sotto gli occhi della folla, stupita di vederci con quelle corone di fiori che di solito ornano le statue di Shiva e di una delle sue mogli Samayapuram. Usciti dal tempio, ci dirigiamo verso alcune piante in fondo alla via, nella speranza di poterci riposare un poco. Illusi. Ci ferma una mamma con una bambina, ci convince a gesti a darle la nostra macchina fotografica, a prendere il braccio sua figlia ed a farci scattare una foto così bardati. La bambina tra l’altro comincia a piangere. Arriva una seconda donna, forse la sorella, con un bimbo: molliamo la piccina, riprendiamo la macchina fotografica, gli rifiliamo le corone di fiori, scattiamo un’altra bella foto e cerchiamo di svignarcela mollando loro i fiori che a noi pesano soltanto. Lo prendono come un segno di profonda amicizia, poi qualcosa va storto: si è radunata un po’ di gente, un’anziana signora, un uomo sulla cinquantina, altri due marmocchi e l’uomo si sta lamentando di qualcosa. Alla fine le donne ci restituiscono le corone di fiori, forse è un dono troppo importante per essere accettato.
Raggiungiamo finalmente l’ombra, ma ci raggiungono dei ragazzini. Li trattiamo con un po’ di freddezza. Su una panchina di fianco alla nostra sta dormendo un uomo. Anche lui cerca di cacciarli. Spariscono, ma non facciamo neppure in tempo a mangiare le nostre banane che sono di ritorno con un cavallo! Gli diamo da mangiare le bucce delle banane e ce la svigniamo. Mangeremo i crackers sull’autobus!
Devo raccontare l’arrivo in stazione e le occhiate e gli wau della gente per due occidentali ornati con i serpenti di fiori che mettono al collo delle statue di Shiva in occasione delle processioni? Ve lo risparmio…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...