Tekkady, 5.1.2015 – sera

Ceniamo in un ristorante improvvisato su una struttura metallica aperta ai lati con un tetto ricoperto di paglia che ricorda le houseboat. Salta fuori che fa cucina italiana. Sfido la sorte ed il cuoco ed ordino una pizza. Franci non se la sente e prende un’omelette. Siamo gli unici nel locale. La pizza arriva dopo mezz’ora e, a parte la pasta un po’ biscottata, il risultato è ottimo. Facciamo i complimenti al proprietario che ci mostra la cucina con la macchina per tirare la pasta originale italiana e ci racconta la sua storia, da muratore a cuoco e infine proprietario di un ristorante. Ragioniamo che gli servirebbe un forno a legna, perché quello elettrico non va bene per la pizza e ci salutiamo calorosamente. Rientrando, mi viene in mente che alla radio pubblicizzano da un po’ un forno a legna per appartamento. Sarebbe perfetto. Mi verrebbe voglia di acquistarlo e mettermi in società con questo ragazzo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...