Tasti bianchi

strumenti Tempo di spolverare un po’ il pianoforte che entra il primo dei perditempo: la donna lo saluta ed accende il metronomo.
“Ogni mattina mi spunta un rubino dall’ombelico. É un mio sogno ricorrente, lo faccio quasi tutte le notti. Io lo colgo e so che non potrò spenderlo, né farne gioielli, ma solo scambiarlo con le perle che scendono dagli occhi del mio vicino di casa e con l’oro che si soffia dal naso un’amica. Così mi sveglio con l’idea che ciò che tengo per me andrà sprecato”, recita la donna, mentre tutti quelli che arrivano imbracciano uno strumento e si accordano fra loro.
Tale è la sarabanda che persino il pianoforte si permette un accompagnamento jazz molto basso e forte e svelto mentre il metronomo, stanco di accudire i perditempo, oscilla presto inseguendo il piano.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...