ius primae noctis

IMG-20131125-00023Immaginate di arrivare a New York, provenendo da un piccolo paesino dell’Appennino, senza aver mai visto la metropoli alla TV o al cinema. L’emozione sarebbe enorme, mozzafiato e torcicollo. Lo spavento e lo stupore di incontrare proporzioni inimmaginabili per chi ha sempre vissuto in una città italiana potrebbero provocare, attraverso una sindrome di Stendhal a rovescio, la sensazione di essere schiacciati dalle forme architettoniche. E viceversa, per chi arrivasse a Venezia provenendo da una qualsiasi altra metropoli, tutto sembrerebbe magico e irreale.
Stessa cosa per il deserto e per l’oceano, per le montagne ed i ghiacciai. O per certi fenomeni atmosferici estremi, per gli animali selvatici. A maggior ragione per il sesso. Tutto insieme in blocco: vista, tatto, olfatto, senza alcuna anteprima, senza suggerimenti. Chissà chi, da solo, avrebbe scoperto il bacio sulle labbra o certe strane posizioni. Domande senza risposta.
La televisione, il cinema, oggi internet sono maestri di vita, ma si arrogano lo ius primae noctis su un gran numero di esperienze.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...