“Signori, ci sono cose”

“Signori, ci sono alcune cose che non riusciamo a spiegare. Dite che nessuno è entrato nel centro, dite che non c’erano segni di effrazione…”
“Ma non potrebbe essere venuto da fuori, il colpo?”, insinua Khaled, prima in italiano e poi in tunisino, per depistare e discolparsi.
“Macché!”, lo zittisce spazientito il primo magistrato ad aver preso la parola.
“Non vedi che il muro è crollato in strada? Se il colpo venisse da fuori, le macerie sarebbero all’interno della sala…”, gli spiega un altro, più comprensivo… leggi tutto

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...